Settimana Europea della Mobilità: uniti per una mobilità attiva

La Settimana Europea della Mobilità, nata nel 2005, è quest’anno alla sua diciottesima edizione, che avrà per tema la “mobilità attiva”. Ogni anno la tematica è differente e invita le autorità a promuovere iniziative per i cittadini e a creare infrastrutture permanenti nelle città.

La mobilità attiva, intesa come pedonale e ciclistica, è accompagnata dallo slogan “Camminiamo insieme”. I nostri corpi infatti sono stati progettati per muoversi e mantengono tuttora questa esigenza, nonostante le comodità della tecnologia abbiano reso l’essere umano sempre più sedentario.

Dal 16 al 22 settembre milioni di cittadini e migliaia di città aderiranno all’iniziativa. In quest’occasione chiederanno di riflettere e ripensare allo stile di vita adottato dalla cittadinanza e ai percorsi stradali delle città.

La Settimana Europea della Mobilità offre infatti alle amministrazioni locali un’opportunità unica di riconsiderare e migliorare le proprie politiche legate ai trasporti. È inoltre un’occasione per accogliere idee che promuovano la vivibilità dei centri urbani, con l’obiettivo di creare città sempre più attraenti e con una qualità della vita migliore.

Il tema di quest’anno intende promuovere inoltre uno stile di vita più sano: i ciclisti vivono in media due anni in più rispetto a chi non svolge regolare attività fisica, con il 15% in meno di giornate lavorative perse per malattia. Ancora più sorprendente è il dato che mostra i benefici di 25 minuti di camminata veloce al giorno: questi possono infatti allungare di ben sette anni la vita di una persona.

Se gli studi che dimostrano i benefici della mobilità sostenibile sono numerosissimi, non è altrettanto cospicuo il tempo a disposizione dei lavoratori. Proprio per questo motivo la scelta ottimale per risparmiare sui carburanti, mantenersi in salute e migliorare la percezione delle nostre città è spostarsi nei brevi percorsi casa-lavoro a piedi, e con la bicicletta in quelli più lunghi.